COLLEZIONE TELEFONI D'EPOCA

DI DANIELE IELMONI


ANNI 40'

1941
Viene costituita la società Italcable-Servizi Cablografici, Radiotelegrafici e Radioelettrici S.p.A. per lafusione tra la Compagnia per Cavi Telegrafici Sottomarini (Italcable) e la Società Italo Radio.

1945
Il numero degli abbonati scende a 459.361. Erano 634.483 nel 1942, prima dei grandi bombardamenti.
Buona parte delle infrastrutture sono distrutte o in cattive condizioni.
La tradizionale tariffa a canone fisso viene sostituita dalla tariffa a contatore
.


1945-1949
Le società telefoniche sono impegnate in un’intensa opera di risanamento finanziario e strutturale. Gli aumenti tariffari decisi dal governo (1948), la crescita del numero degli abbonati, il progressivo incremento di produttività, il raggiungimento di una fase di stabilità monetaria e il rallentamento della dinamica dei costi del lavoro, contribuiscono al miglioramento dell’assetto economico delle società telefoniche. L’ammodernamento delle strutture significa, tra l’altro, l’adozione di cavi coassiali, dei ponti radio e di una nuova generazione di centrali automatiche.
Il piano Marshall mette a disposizione delle società telefoniche italiane le tecnologie maturate nell’ultimo decennio nei paesi anglosassoni. 

1946

Prima applicazione presso la società TIMO di un sistema interurbano automatico rotativo predisposto per il passaggio alla “teleselezione da utente”.

1949
La STET acquisisce la Siemens Italia. Gli anni della direzione di Guglielmo Reiss Romoli coincidono con un’ espansione della STET che riesce ad adeguare la dotazione degli impianti all’aumento della domanda.TETI e SET operano con maggior cautela perché temono che alla scadenza del rinnovo delle convenzioni le loro strutture possano essere acquisite gratuitamente dallo Stato.

Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!